REGIONE

Dalla Regione 152 milioni di euro per  mettere in sicurezza le strade.

Cantieri anche per la Pontina

 

Nuovi investimenti su 17 strade regionali e due provinciali per circa 648 km complessivi di arterie stradali nel Lazio che tornano in gestione ad Anas. Un massiccio intervento per il rifacimento delle strade del Lazio sta per partire come annunciato dal presidente Nicola Zingaretti. Nello specifico:  le grandi consolari passano in gestione ad Anas che investirà 80 milioni di euro per nuovi cantieri nelle strade della nostra Regione. Contemporaneamente  verrano stanziati 72 milioni  di euro sulla rete che la Regione prenderà in gestione dalle Province  (e non dalla Città Metropolitana che continuerà a gestire i suoi tratti). Complessivamente, nelle strade del Lazio verrano investiti 152 milioni di euro di nuovi cantieri per produrre qualità, sicurezza e una viabilità migliore. Più chiarezza sulle competenze, minore burocrazia per far attivare i cantieri.

Si tratta di arterie che erano state declassate, a partire dal 2001, nell'ambito del decentramento amministrativo e che erano gestite dalla Regione Lazio, tramite Astral, oltre a due brevi tratti prima gestiti dalla Provincia di Viterbo.

Contestualmente, Fs comincia gli investimenti sulla rete del ferro, quindi si arriva ad una gestione più razionale delle strade. Basta con la confusione comunali, regionali, provinciali, statali: la semplificazione sarà funzionale alla nuova stagione per l’attivazione di questi cantieri.

invio del modulo in corso...

il server ha riscontrato un errore

modulo ricevuto

REGIONE

Dalla Regione 152 milioni di euro

per  mettere in sicurezza le strade.

Cantieri anche per la Pontina

 

Nuovi investimenti su 17 strade regionali e due provinciali per circa 648 km complessivi di arterie stradali nel Lazio che tornano in gestione ad Anas. Un massiccio intervento per il rifacimento delle strade del Lazio sta per partire come annunciato dal presidente Nicola Zingaretti. Nello specifico:  le grandi consolari passano in gestione ad Anas che investirà 80 milioni di euro per nuovi cantieri nelle strade della nostra Regione. Contemporaneamente  verrano stanziati 72 milioni  di euro sulla rete che la Regione prenderà in gestione dalle Province  (e non dalla Città Metropolitana che continuerà a gestire i suoi tratti). Complessivamente, nelle strade del Lazio verrano investiti 152 milioni di euro di nuovi cantieri per produrre qualità, sicurezza e una viabilità migliore. Più chiarezza sulle competenze, minore burocrazia per far attivare i cantieri.

Si tratta di arterie che erano state declassate, a partire dal 2001, nell'ambito del decentramento amministrativo e che erano gestite dalla Regione Lazio, tramite Astral, oltre a due brevi tratti prima gestiti dalla Provincia di Viterbo.

Contestualmente, Fs comincia gli investimenti sulla rete del ferro, quindi si arriva ad una gestione più razionale delle strade. Basta con la confusione comunali, regionali, provinciali, statali: la semplificazione sarà funzionale alla nuova stagione per l’attivazione di questi cantieri.