SANITÁ

Una Legge per l’Infermiere di Famiglia

 

Un’idea che vuole contribuire a ripensare il modello assistenziale del Lazio. Oggi in commissione regionale Sanità ho presentato una proposta di legge, di cui sono primo firmatario, per istituire l’assistenza infermieristica familiare. Si tratta di un progetto sperimentale e innovativo di assistenza per rispondere ad una molteplicità di esigenze che, a partire dall’aumento dei malati cronici e delle ospedalizzazioni improprie, dal mutato scenario economico e sociale che incide sul modello di assistenza sui territori, questa legge vuole portare alla luce ed integrare il più possibile.

Quello che potremmo definire come un vero e proprio ‘infermiere di famiglia’ (figura già definita dall’Organizzazione mondiale della Sanità) sarà un mediatore tra l’offerta sanitaria delle strutture territoriali ed il medico di famiglia, presidiando in prima persone le necessità dei pazienti.

Da oggi partirà l’attento iter di valutazione della legge - articolato sul confronto con la struttura legislativa e finanziaria della Regione, la commissione Sanità e le categorie professionali - auspicando che grazie al contributo di tutti possa essere perfezionata per una definitiva approvazione in sede di consiglio regionale

invio del modulo in corso...

il server ha riscontrato un errore

modulo ricevuto

SANITÁ

Una legge per l’infermiere di famiglia

 

Un’idea che vuole contribuire a ripensare il modello assistenziale del Lazio. Oggi in commissione regionale Sanità ho presentato una proposta di legge, di cui sono primo firmatario, per istituire l’assistenza infermieristica familiare. Si tratta di un progetto sperimentale e innovativo di assistenza per rispondere ad una molteplicità di esigenze che, a partire dall’aumento dei malati cronici e delle ospedalizzazioni improprie, dal mutato scenario economico e sociale che incide sul modello di assistenza sui territori, questa legge vuole portare alla luce ed integrare il più possibile.

Quello che potremmo definire come un vero e proprio ‘infermiere di famiglia’ (figura già definita dall’Organizzazione mondiale della Sanità) sarà un mediatore tra l’offerta sanitaria delle strutture territoriali ed il medico di famiglia, presidiando in prima persone le necessità dei pazienti.

Da oggi partirà l’attento iter di valutazione della legge - articolato sul confronto con la struttura legislativa e finanziaria della Regione, la commissione Sanità e le categorie professionali - auspicando che grazie al contributo di tutti possa essere perfezionata per una definitiva approvazione in sede di consiglio regionale