La Mia Storia

title_spacer
enrico-1

Sono nato a Priverno, in provincia di Latina, nel 1960. Mi piace sottolineare dei miei ‘natali’ perché le origini – un concetto che sembra passare di moda nel mondo globalizzato – raccontano ancora molto di una persona, e per certi versi dei suoi valori: sono molte legato al ‘paese’, anche se Latina è la mia città, il luogo dove si sono cementate le amicizie e le passioni. Un segno indelebile lo hanno lasciato gli anni di scuola al liceo Dante Alighieri di Latina, gli anni di università e scuola politica a Roma.

Ho iniziato ad impegnarmi in politica sin da giovanissimo, maturando esperienze amministrative e politiche a livello locale e provinciale.
Sono stato consigliere comunale e Assessore alla Cultura e servizi sociali al Comune di Latina.

Ho guidato il Partito Democratico pontino ricoprendo l’incarico di segretario provinciale. Sono stato anche vice presidente dell’Ater di Latina
Nel febbraio 2013 sono stato eletto Consigliere Regionale e attualmente sono Vicepresidente della Commissione Agricoltura, artigianato, commercio, formazione professionale, innovazione, lavoro, piccola e media impresa, ricerca e sviluppo economico della Regione Lazio.

Quella di consigliere regionale è certamente una esperienza che posso definire ‘totalizzante’ : il mio impegno quotidiano è rivolto alla risoluzione delle problematiche del territorio pontino, da anni oggetto di una crisi che investe tutti i settori della vita economica e sociale; situazione cui si è arrivati anche per via del progressivo oblio in cui la provincia è caduta ‘grazie’ alla scarsa considerazione delle istituzioni. A tutti i livelli.

Oggi il ruolo in Regione mi porta a dialogare con tantissime persone che nel territorio svolgono compiti difficili: penso ai sindaci, agli attori economici ed alle rappresentanze dei cittadini. Tutti sono portatori di una moltitudine di esigenze cui oggi si può far fronte anche grazie ad una filiera istituzionale senza precedenti. Se qualche risultato per Latina ho potuto ottenerlo, è stato grazie all’impegno, ed alla pazienza, di tutti.

enrico-2